COMUNE SCIOLTO PER INFILTRAZIONI MAFIOSE


ART. 143 DEL T.U.E.L COMMA 1 I consigli comunali e provinciali sono sciolti quando, anche a seguito degli accertamenti effettuati a norma dell ‘articolo 59, comma 7, emergono concreti, univoci, e rilevanti elementi su collegamenti diretti o indiretti con la criminalità organizzata di tipo mafioso o similare degli amministratori di cui all ‘art. 77, comma 2, ovvero su forme di condizionamento degli stessi, tali da determinare un ‘alterazione del procedimento di formazione della volontà degli organi elettivi ed amministrativi e da compromettere il buon andamento o l’imparzialità delle amministrazioni comunali o provinciali, nonché il regolare funzionamento dei servizi ad esse affidati, ovvero che risultino arrecare danno e perdurante pregiudizio per lo stato della sicurezza pubblica “. La disposizione in esame non definisce espressamente in quali casi debba ritenersi sussistente il collegamento con la criminalità organizzata rilevante ai fini dello scioglimento (cioè adeguato ad esercitare un condizionamento sull' ente che si riverberi sul buon andamento e sulla sicurezza pubblica). ....una adeguata indagine ovvero valutazione sulla posizione degli "amministratori". Nel vigente sistema normativo, lo scioglimento dell'organo elettivo si connota, pertanto, quale "misura di carattere straordinario" per fronteggiare "una emergenza straordinaria" (così Corte Costo 19 marzo 1993, n. 103, nell'escludere profili di incostituzionalità nel previgente art. 15-bis 1.19 marzo 1990, n.55)".


L'asse portante della valutazione che presiede allo scioglimento è costituito, da un lato, dalla accertata o notoria diffusione sul territorio di fenomeni di criminalità organizzata e, dall'altro, dalle precarie condizioni difunzionalità dell'ente territoriale".






mercoledì 29 luglio 2015

Isola delle Femmine Italcementi e Ambiente: Carini: Genio Militare alla ricerca...,

Carini: Genio Militare alla ricerca...



mercoledì 29 luglio 2015 -  di:  Ambrogio Conigliaro


Le ruspe del Genio Militare al lavoro dalla mattina del 28 luglio. Cercano una discarica abusiva o i resti di Antonio e Stefano Maiorana?

Ieri mattina (28 luglio ndr) alcuni cittadini hanno visto arrivare alcune ruspe e mezzi pesanti dell'Esercito in un terreno incolto in località Serra Cardillo. E' l'area di una lottizzazione non definita, dove sono stati realizzati soltanto i muri di confine. La prima preoccupazione che qualcuno ha avuto, dopo aver visto all'opera le ruspe che spianavano il terreno, è stata quella relativa alla possibile realizzazione di un "campo nomadi", per dare ospitalità ai tanti profughi che giornalmente arrivano dalle coste africane.


La curisità ovviamente ha smosso le domande e le richieste di informazioni...
E' bastato andare sul posto per capire subito che non si trattava certo dei lavori per un campo nomadi: volanti dei Carabinieri a posto fisso sul luogo, personale investigativo in borghese, troppe forze dell'ordine presenti per essere i lavori preliminari per una potenziale tendopoli o baraccopoli... Un pò fuori mano l'area, oltre ad essere troppo piccola.
Allora spunta la scusa della "discarica abusiva sepolta", ma siamo a poche decine di metri dall'autostrada, un sito troppo esposto e troppo visibile per nascondere tonnellate di materiale pericoloso.
Luogo che invece non avrebbe destato troppi sospetti se durante i lavori per la sistemazione del lotto, qualcuno avesse fatto una buca con un paio di colpi di ruspa, per nascondere qualcosa di non troppo voluminoso.
Ecco allora prendere corpo un'altra ipotesi, quella della ricerca di verifica alle dichiarazioni del pentito Vito Galatolo, che nello scorso gennaio ha dichiarato, primo pentito di mafia a farlo, che Antonio e Stefano Maiorana furono uccisi nell'agosto del 2007 per contrasti all'interno del cantiere che avevano ad Isola delle Femmine con un altro imprenditore, ed i loro corpi furono occultati sotterrandoli in un cantiere.
Non si trattò di un delitto di mafia (per questo nessun pentito ha mai dato notizie in merito) ma che in ogni caso venne autorizzato dai capi dell'epoca Salvatore e Sandro Lo Piccolo.
Anche oggi in "cantiere" si è continuato a scavare (guarda il video del nostro collaboratore Salvo Cataldo) alla ricerca di...















Carini: Genio Militare alla ricerca...,CALLIOPE,MAIORANA,ALAMIA,BANDIERA,LOPEZ,GALATOLO,CIANCIMINO,VERDE AGRICOLO,CINA',LO PICCOLO,FRANZESE,

Nessun commento:

Posta un commento