COMUNE SCIOLTO PER INFILTRAZIONI MAFIOSE


ART. 143 DEL T.U.E.L COMMA 1 I consigli comunali e provinciali sono sciolti quando, anche a seguito degli accertamenti effettuati a norma dell ‘articolo 59, comma 7, emergono concreti, univoci, e rilevanti elementi su collegamenti diretti o indiretti con la criminalità organizzata di tipo mafioso o similare degli amministratori di cui all ‘art. 77, comma 2, ovvero su forme di condizionamento degli stessi, tali da determinare un ‘alterazione del procedimento di formazione della volontà degli organi elettivi ed amministrativi e da compromettere il buon andamento o l’imparzialità delle amministrazioni comunali o provinciali, nonché il regolare funzionamento dei servizi ad esse affidati, ovvero che risultino arrecare danno e perdurante pregiudizio per lo stato della sicurezza pubblica “. La disposizione in esame non definisce espressamente in quali casi debba ritenersi sussistente il collegamento con la criminalità organizzata rilevante ai fini dello scioglimento (cioè adeguato ad esercitare un condizionamento sull' ente che si riverberi sul buon andamento e sulla sicurezza pubblica). ....una adeguata indagine ovvero valutazione sulla posizione degli "amministratori". Nel vigente sistema normativo, lo scioglimento dell'organo elettivo si connota, pertanto, quale "misura di carattere straordinario" per fronteggiare "una emergenza straordinaria" (così Corte Costo 19 marzo 1993, n. 103, nell'escludere profili di incostituzionalità nel previgente art. 15-bis 1.19 marzo 1990, n.55)".


L'asse portante della valutazione che presiede allo scioglimento è costituito, da un lato, dalla accertata o notoria diffusione sul territorio di fenomeni di criminalità organizzata e, dall'altro, dalle precarie condizioni difunzionalità dell'ente territoriale".






domenica 17 maggio 2015

Le Mani su Isola delle Femmine: PATRIMONIO ABITATIVO DEGRADATO A ISOLA DELLE FEMMI...

PATRIMONIO ABITATIVO DEGRADATO A ISOLA DELLE FEMMINE UNA DENUNCIA DEL COMITATO CITTADINO ISOLA PULITA  















Al Signor di Isola delle Femmine
Signor Stefano Bologna
SEDE

Al Presidente del Consiglio Comunale
Di Isola delle Femmine
SEDE

Al Capo Gruppo del P.D.R
Ing Nevoloso Orazio
SEDE

Al Capo Gruppo  Un'Altra Isola..Si
Avv Giuseppe
Caltanisetta
SEDE
Protocollo
Comune 5764 7 maggio 2015 ore 11,14,20

Oggetto: degrado   patrimonio abitativo esistente sul
territorio di Isola delle Femmine


Il sottoscritto nella qualità
di coordinatore del Comitato Cittadino Isola Pulita sezione Legambiente di
Palermo rappresenta agli Enti in indirizzo:

 
lo stato di incuria e di fatiscenza del patrimonio abitativo  che insiste nel  nostro Paese “rivierasco”

Non vi è angolo, strada  vicolo del nostro Paese che risulti immune da
questo scempio,  tanto che dal centro alla
periferia il paese è invaso da parvenze di case, in realtà ruderi residui di
una sorta di “bombardamento aereo” o di un immaginario terremoto.

Uno dei tanti esempi dove
ormai animali di ogni specie la fanno da padrone è  il “rudere” della centrale Piazza Umberto,
oppure sulla via Falcone dove insistono solamente  resti di muri di cinta.

Se si vuole fare una
passeggiatina si può notare alla distanza di 7-8 metri dal BAR MAXIM una
struttura fatiscente oltretutto accanto ad una panetteria; se poi ci spostiamo
sulla destra della Via Roma verso il porto vediamo (è impossibile non notarle)
tante piccole discariche di immondizia con contorno di cani, topi, gatti,
zecche….. cancelletti divelti, muri ……..

E per restare in area  del Comune 
possiamo citare la catapecchia di Piazza Duca degli Abruzzi, angolo Via
di Maggio, con il suo “caratteristico” tettuccio storico in amianto, già,
proprio in amianto.

Sembra risultare vano lo
sforzo economico della famiglia  Bruno
(Bar Valentina). Ristrutturare una casa con amore eleganza e bellezza  accanto ad una catapecchia. 

Uno sforzo che solo
parzialmente ha ridato luce alla piazzetta prospiciente il porticciolo di Isola
delle Femmine.  

Ancora due passi e arriviamo in una delle zone
considerate storicamente “elitaria”: 
Punta Panoramica o meglio conosciuta come zona Torre, anche qui troviamo
realtà in un completo stato di abbandono, vedasi ad esempio
villa Russo in Via Pino
Fortini che oltre che a deturpare il meraviglioso contesto mette in serio
rischio l’incolumità dei cittadini.

Risulta del tutto evidente che lo stato  di
degrado e di incuria è dovuto soprattutto ad una mancata manutenzione,  i cui  responsabili  non possono che essere i proprietari degli
immobili.

E risulta altrettanto evidente che questo stato di degrado, di abbandono e di fatiscenza
ha comportato  e continua a comportare
conseguenze per la  nostra intera
Comunità.

Pericoli di crolli, pericoli
per la salute pubblica e, da ultimo, non perché meno importante, il danno di
immagine che si ripercuote sul nostro paese “a vocazione turistica”

Signor Sindaco, per i poteri
che la legge Le affida in tema di sicurezza e di salute pubblica, di tutela,
conservazione e preservazione delle bellezze paesaggistiche questo Comitato
Isola Pulita richiede a Lei di porre in atto tutti quei provvedimenti volti ad
una maggiore  responsabilizzazione  dei legittimi proprietari e, ove si
accertassero casi di loro inadempienza, di esercitare il potere sostitutivo
previsto per legge.

Al  Presidente del Consiglio questo Comitato
Isola Pulita richiede  la convocazione di
un  Consiglio Comunale aperto alle
associazioni di categoria per la messa a punto di un regolamento sul decoro
urbano a Isola delle Femmine, oltre alla messa a punto di un piano di recupero
del patrimonio abitativo 

In allegato si trasmettono
una serie di istantanee  che,   poco o
nulla si addicono a  quello che noi  insistentemente  definiamo un paese a  “vocazione” turistica.

Ben diversa è, invece,
l’IMMAGINE che noi immaginiamo per Isola, un’IMMAGINE  di  
pulizia, decoro, arredo  urbano,
verde,  educazione, accoglienza, servizi,  armonia dei colori, insomma tutto ciò che la
nostra comunità deve offrire non solo a sé stessa ma anche a chi fa la scelta
di trascorrere le vacanze nel nostro paese.

Signor Sindaco, Signor
Presidente, Signori Consiglieri, un campo su cui far fiorire le nostre idee ai
Cittadini di Isola delle Femmine è dato. E’ un campo immenso fatto di:
conformazione del nostro territorio, di naturali bellezze,  riserva marina, il   bellissimo litorale, la vicinanza oltre che
con Palermo anche  con realtà di tradizioni
eno-gastronomiche………

A NOI il compito di canalizzare
le energie e far germogliare, su queste nostre naturali risorse, su questo
splendido ed immenso MARE,  una nuova
economia in grado di migliorare la qualità della vita di tutta la nostra
Comunità isolana.

 Bellezza decoro  ed armonia come elementi  distintivi del PAESE  Isola delle Femmine

Una Nuova Isola… Si  è POSSIBILE.

In allegato 12 fogli riproducenti 36 istantanee

Isola delle Femmine 7 maggio 2015

Comitato
Cittadino Isola Pulita
COORDINATORE
GIUSEPPE
CIAMPOLILLO
posta
certificata: 
GIUSEPPECIAMPOLILLO@pec.it


















DEGRADO URBANO 12 MAGGIO 2015 A ISOLA DELLE... di isolapulita



Le Mani su Isola delle Femmine: PATRIMONIO ABITATIVO DEGRADATO A ISOLA DELLE FEMMI...: PATRIMONIO ABITATIVO DEGRADATO A ISOLA DELLE FEMMINE UNA DENUNCIA DEL COMITATO CITTADINO ISOLA PULITA   Al Signor di Isola delle ...

Nessun commento:

Posta un commento