COMUNE SCIOLTO PER INFILTRAZIONI MAFIOSE


ART. 143 DEL T.U.E.L COMMA 1 I consigli comunali e provinciali sono sciolti quando, anche a seguito degli accertamenti effettuati a norma dell ‘articolo 59, comma 7, emergono concreti, univoci, e rilevanti elementi su collegamenti diretti o indiretti con la criminalità organizzata di tipo mafioso o similare degli amministratori di cui all ‘art. 77, comma 2, ovvero su forme di condizionamento degli stessi, tali da determinare un ‘alterazione del procedimento di formazione della volontà degli organi elettivi ed amministrativi e da compromettere il buon andamento o l’imparzialità delle amministrazioni comunali o provinciali, nonché il regolare funzionamento dei servizi ad esse affidati, ovvero che risultino arrecare danno e perdurante pregiudizio per lo stato della sicurezza pubblica “. La disposizione in esame non definisce espressamente in quali casi debba ritenersi sussistente il collegamento con la criminalità organizzata rilevante ai fini dello scioglimento (cioè adeguato ad esercitare un condizionamento sull' ente che si riverberi sul buon andamento e sulla sicurezza pubblica). ....una adeguata indagine ovvero valutazione sulla posizione degli "amministratori". Nel vigente sistema normativo, lo scioglimento dell'organo elettivo si connota, pertanto, quale "misura di carattere straordinario" per fronteggiare "una emergenza straordinaria" (così Corte Costo 19 marzo 1993, n. 103, nell'escludere profili di incostituzionalità nel previgente art. 15-bis 1.19 marzo 1990, n.55)".


L'asse portante della valutazione che presiede allo scioglimento è costituito, da un lato, dalla accertata o notoria diffusione sul territorio di fenomeni di criminalità organizzata e, dall'altro, dalle precarie condizioni difunzionalità dell'ente territoriale".






mercoledì 31 ottobre 2012

CHI L’HA VISTO? L’ULTIMA VOLTA SUA APPARIZIONE UFFICIALE RISALE AL 31 AGOSTO


CHI L’HA VISTO? L’ULTIMA VOLTA SUA APPARIZIONE UFFICIALE RISALE AL 31 AGOSTO


L’ultimo suo avvistamento risale al 31 agosto 2012 in occasione della seduta per "consigliare" al suo AMICO di staccare la spina per qualche giorno, e fare un viaggio. La situazione, in paese  era troppo tesa. Viaggio ? Dove?    A Bruxelles naturalmente! A partire da  quel giorno  i suoi amici di cordata  ne hanno perso le   tracce. Lui è scomparso!
Le ricerche che si sono estese ai paesi confinanti non hanno avuto alcun esito.  Gli amici più vicini ci riferiscono che negli ultimi mesi viveva in uno stato di ansia che lo aveva portato ad una sorta di depressione. Era scontroso era  contro tutto e tutti. Nulla gli andava bene! Il tutto, proseguono gli amici, ha avuto inizio quella mattina di giovedì 26 aprile scorso. Lo stesso livello di prostrazione  l'ebbe per i fumi della cementeria. Era Ossessionato sognava delle altissime torri all’ingresso del paese che emettevano fumi contenenti inquinanti che Lui chiamava: Polveri sottili, zinco, mercurio, benzene, cromo esavalente VI……. Delle vere e proprie farneticazioni.  Preziosa, per Lui si rivelò  la vicinanza degli amici nell'aiutarlo a superare la crisi. Si è vero, c'è stato poi il periodo della munnezza ripeteva in maniera ossessiva di vedere munnezza dappertutto in ogni angolo di strada. Di notte sognava munnezza! Pensava addirittura che la cementeria bruciava i rifiuti. Assurdo!!! Va detto che la cementeria  ha rappresentato le sue fortune politiche amministrative che gli hanno permesso di non essere trasferito verso le freddi valli del Trentino.
Per fortuna anche questa fu brillantemente superata.  Intanto continuano ad accumularsi le indennità maturate dello scomparso. Che nessuno ritira.  Gli "amici"  ripongono le loro  ultime speranze di rintracciarlo attraverso la trasmissione Chi l’ha visto?

A cura del comitato cittadino Isola Pulita di Isola delle Femmine

Nessun commento:

Posta un commento