COMUNE SCIOLTO PER INFILTRAZIONI MAFIOSE


ART. 143 DEL T.U.E.L COMMA 1 I consigli comunali e provinciali sono sciolti quando, anche a seguito degli accertamenti effettuati a norma dell ‘articolo 59, comma 7, emergono concreti, univoci, e rilevanti elementi su collegamenti diretti o indiretti con la criminalità organizzata di tipo mafioso o similare degli amministratori di cui all ‘art. 77, comma 2, ovvero su forme di condizionamento degli stessi, tali da determinare un ‘alterazione del procedimento di formazione della volontà degli organi elettivi ed amministrativi e da compromettere il buon andamento o l’imparzialità delle amministrazioni comunali o provinciali, nonché il regolare funzionamento dei servizi ad esse affidati, ovvero che risultino arrecare danno e perdurante pregiudizio per lo stato della sicurezza pubblica “. La disposizione in esame non definisce espressamente in quali casi debba ritenersi sussistente il collegamento con la criminalità organizzata rilevante ai fini dello scioglimento (cioè adeguato ad esercitare un condizionamento sull' ente che si riverberi sul buon andamento e sulla sicurezza pubblica). ....una adeguata indagine ovvero valutazione sulla posizione degli "amministratori". Nel vigente sistema normativo, lo scioglimento dell'organo elettivo si connota, pertanto, quale "misura di carattere straordinario" per fronteggiare "una emergenza straordinaria" (così Corte Costo 19 marzo 1993, n. 103, nell'escludere profili di incostituzionalità nel previgente art. 15-bis 1.19 marzo 1990, n.55)".


L'asse portante della valutazione che presiede allo scioglimento è costituito, da un lato, dalla accertata o notoria diffusione sul territorio di fenomeni di criminalità organizzata e, dall'altro, dalle precarie condizioni difunzionalità dell'ente territoriale".






venerdì 22 luglio 2011

Notizia bomba da Isola delle Femmine






AGGRESSIONE MAFIOSA AL


PROFESSORE PORTOBELLO

NOTIZIA BOMBA

GLI ASSESSORI SI COSTITUISCONO PARTE CIVILE

CONTRO DI CHI?????????

SIGNORI ASSESSORI il momento in cui avete deciso di costituirVi parti Civili forse non vi siete resi conto di esserVi costituiti, proprio contro quelle persone (associazione) che hanno fatto le Vostre fortune politiche nelle ultime elezioni amministrative. Persone (associazione) che  con sufficienti risorse umane e con le risorse economiche messe a loro disposizione, sono stati protagonisti nell’ultima tornata elettorale per le elezioni amministrative.



SIGNORI ASSESSORI forse non siete sufficientemente informati che Vi siete costituiti parti civili proprio contro quelle persone (associazione), dimostratesi una vera e propria “macchina da guerra” di supporto al Vostro “listone”. Quelle persone (associazione) che accusavano il Professore e il gruppo politico che avevano sostenuto, di non aver rispettato il “contratto” stipulato nella campagna elettorale amministrativa, “oltre ai 10.000 euro che sono finiti siamo ancora qui che aspettiamo il lavoro” urlavano, sotto la casa municipale, i supporter del comitato Elettorale. Dicevamo, uno spettacolo deprimente per la democrazia si stava consumando quella mattina di ottobre del 2009 erano passati pochi mesi dalle elezioni.

Il professore quella mattina fu costretto a chiedere l’intervento dei carabinieri per evitare l’ira di una parte dell’ex Comitato Elettorale. Su questo episodio vi sono state denunce e contro denunce da parte dei protagonisti della illegalità istituzionale.

Dopo qualche mese i mezzi di informazioni della carta stampata riportano le dichiarazioni rese ai magistrati dai pentiti di mafia sugli episodi dei voti di scambio a Isola delle Femmine. D’altronde già il Professore per PRIMO aveva avuto il coraggio di denunciare in una seduta del Consiglio Comunale l’intervento della mafia durante le elezioni amministrative.



SIGNORI ASSESSORI di sicuro siete a conoscenza che le persone (associazione) contro cui Vi siete costituiti parti civili, sono le medesime persone (associazione, comitato elettorale supporter…) a cui avete affidato servizi di protezione civile e di vigilanza in occasione di manifestazioni civili religiose e sagre paesane. Sono le medesime persone a cui avete affidato il servizio di pulizia del parco giochi nell’estate del 2009. Sono le medesime persone con cui avete ridipinto le aule della scuola elementare di Isola delle Femmine. Sono quelle stesse persone SIGNORI ASSESSORI a cui avete dato assistenza e supporto anche con servizio di fotocopiatura (del Comune) al fine di redigere statuto e regolamento della loro associazione, proprio quella che avrebbe dovuto, secondo una Vostra “pianificazione”, partecipare al bando di gara per l’affidamento del parco giochi….



E non solo questo……………..



A nostro avviso gli unici deputati a costituirsi PARTI CIVILI per l’aggressione mafiosa contro il PROFESSORE, siamo NOI Cittadini di Isola delle Femmine, un NOSTRO rappresentate è stato colpito dalla mano mafiosa. Un rappresentante delle Istituzioni, di cui NOI pensavano di essere stati determinanti per la sua elezione.

Affidamento Spiagge, Aggressione mafiosa  PROFESSORE, Associazione Protezione Civile, ISOLA DELLE FEMMINE.LEONCINO, Operai ATOPA1, Parco Giochi, Squadrista ROSSO, T.S., VOTO DI SCAMBIO

Nessun commento:

Posta un commento