COMUNE SCIOLTO PER INFILTRAZIONI MAFIOSE


ART. 143 DEL T.U.E.L COMMA 1 I consigli comunali e provinciali sono sciolti quando, anche a seguito degli accertamenti effettuati a norma dell ‘articolo 59, comma 7, emergono concreti, univoci, e rilevanti elementi su collegamenti diretti o indiretti con la criminalità organizzata di tipo mafioso o similare degli amministratori di cui all ‘art. 77, comma 2, ovvero su forme di condizionamento degli stessi, tali da determinare un ‘alterazione del procedimento di formazione della volontà degli organi elettivi ed amministrativi e da compromettere il buon andamento o l’imparzialità delle amministrazioni comunali o provinciali, nonché il regolare funzionamento dei servizi ad esse affidati, ovvero che risultino arrecare danno e perdurante pregiudizio per lo stato della sicurezza pubblica “. La disposizione in esame non definisce espressamente in quali casi debba ritenersi sussistente il collegamento con la criminalità organizzata rilevante ai fini dello scioglimento (cioè adeguato ad esercitare un condizionamento sull' ente che si riverberi sul buon andamento e sulla sicurezza pubblica). ....una adeguata indagine ovvero valutazione sulla posizione degli "amministratori". Nel vigente sistema normativo, lo scioglimento dell'organo elettivo si connota, pertanto, quale "misura di carattere straordinario" per fronteggiare "una emergenza straordinaria" (così Corte Costo 19 marzo 1993, n. 103, nell'escludere profili di incostituzionalità nel previgente art. 15-bis 1.19 marzo 1990, n.55)".


L'asse portante della valutazione che presiede allo scioglimento è costituito, da un lato, dalla accertata o notoria diffusione sul territorio di fenomeni di criminalità organizzata e, dall'altro, dalle precarie condizioni difunzionalità dell'ente territoriale".






giovedì 16 settembre 2010

PENTITI DI AVERLO VOTATO








IMMAGINIAMO che il “Sindaco”, appena rientrato dalle vacanze in Cina, richieda al Presidente del Consiglio di convocare una seduta del Consiglio Comunale con all’ordine del giorno una serie di varianti riguardanti sia al   Piano Regolatore Generale approvato il 14 maggio 1977 sia una  proposta di variante al Piano Regolatore Generale adottato dal Consiglio Comunale con delibera 33 nell’anno 2007.

VERIFICATO, che il giorno 16 settembre alle ore 19 non si raggiunge il numero legale per l’apertura della seduta  consiliare  a causa dell’assenza di PARECCHI consiglieri della maggioranza che sostiene il “Sindaco” Professore Gaspare Portobello  e che ha eletto Presidente del Consiglio Comunale Rag. Alessandro Giucastro;

VERIFICATO, così  come da regolamento, alle 20 del giorno 19 settembre il ripetersi della  stessa situazione: assenti   PARECCHI consiglieri  eletti nella lista “Progetto Isola” “Sindaco” Professore Gaspare Portobello ;

VERIFICATO, che il giorno 20 del mese di settembre alle ore 19 alla sala consiliare di Via Palermo, si continua nell’assenza di PARECCHI consiglieri comunali in particolare della maggioranza che sostiene:
il “Sindaco” Professore Gaspare Portobello
il Presidente del Consiglio Comunale Rag Giucastro Alessandro
il Vice Presidente del Consiglio geom. DIONISI Vincenzo

IPOTIZZIAMO che l’assenza numericamente rilevante dei consiglieri di MAGGIORANZA sia un inequivocabile segnale di  sfaldamento della maggioranza, di SFIDUCIA al “Sindaco” di SFIDUCIA al Vice  Presidente del Consiglio oltre che una dichiarazione di SFIDUCIA al Presidente del Consiglio.
Sindaco”  Professor Portobello Gaspare con la Sua dichiarazione ancora una volta dimostra di non cogliere il vero messaggio che i SUOI Consiglieri le hanno inviato con la loro assenza.
Dicono “non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire“: è proprio vero. Ancora una volta, si antepone agli interessi generali e al bene comune, il proprio tornaconto elettorale, i proprio affari di bottega, la polemica sterile e strumentale. Peccato che, non ci si accorga che la bottega oramai è sempre più vuota, i clienti sempre più delusi, il prodotto sempre più scadente.
Punti all’ordine del giorno  del C.C.
Art. 58.- Classificazione dei locali
Art. 61.- Soffitti inclinati e soppalchi
Art. 85.- Spazi scoperti interni agli edifici e uso dei distacchi tra fabbricati

Pino Ciampolillo
Coordinatore Comitato Cittadino
Isola Pulita



*INTERROGAZIONE AL SINDACO SU DINIEGO LICENZA SU BENE SEQUESTRATO

*D'Arpa Ordinanza n 59 Abusivismo Edilizio

*Ordinanza 67/R.O. 4.12.05 di Sospensione dei lavori D’Arpa Sandro
*D’Arpa Sandro
*D'Arpa Sandro
*D'Arpa Sandro
*Aiello F.P. Portobello Faraci Sicileas Saracen Impastato D’arpa Lo Monaco Immordino TAR Finanziaria Immobiliare

*Promozione della Pesca a Isola delle Femmine

*PROGETTO ONDA BLU

*TERRA SOLE MARE PIOGGIA

 




*INTERROGAZIONE AL SINDACO SU DINIEGO LICENZA SU BENE SEQUESTRATO

*D'Arpa Ordinanza n 59 Abusivismo Edilizio

*Ordinanza 67/R.O. 4.12.05 di Sospensione dei lavori D’Arpa Sandro
*D’Arpa Sandro
*D'Arpa Sandro
*D'Arpa Sandro
*Aiello F.P. Portobello Faraci Sicileas Saracen Impastato D’arpa Lo Monaco Immordino TAR Finanziaria Immobiliare

*Promozione della Pesca a Isola delle Femmine

*PROGETTO ONDA BLU

*TERRA SOLE MARE PIOGGIA

 





*INTERROGAZIONE AL SINDACO SU DINIEGO LICENZA SU BENE SEQUESTRATO

*D'Arpa Ordinanza n 59 Abusivismo Edilizio

*Ordinanza 67/R.O. 4.12.05 di Sospensione dei lavori D’Arpa Sandro
*D’Arpa Sandro
*D'Arpa Sandro
*D'Arpa Sandro
*Aiello F.P. Portobello Faraci Sicileas Saracen Impastato D’arpa Lo Monaco Immordino TAR Finanziaria Immobiliare

*Promozione della Pesca a Isola delle Femmine

*PROGETTO ONDA BLU

*TERRA SOLE MARE PIOGGIA

 

Nessun commento:

Posta un commento